Progetto Malnutrizione

 

Cresciamo insieme

“Il Giardino di Titta” Associazione Onlus

L’attività dell’associazione onlus Il Giardino di Titta, ha avuto come punto di riferimento, fin dalla fondazione del gruppo di volontariato, nel 2008, la missione delle suore francescane alcantarine a Doba e Bodo, in Ciad.
Uno dei settori su cui si concentra l’impegno dell’associazione è quello dell’alimentazione infantile, che si sviluppa in molti ambiti e che Il Giardino di Titta segue nelle diverse fasi, sostenendo lo sviluppo delle proposte presentate dalle suore, che monitorano le esigenze e valutano gli interventi più efficaci per dare risposta e alleviare le carenze.

L’associazione si è impegnata a far crescere il progetto, garantendo i fondi, anche se non è ancora in condizione di coprire totalmente i costi per tutti i bambini che manifestano l’esigenza di un’alimentazione di sostegno, in un paese in cui mancano le risorse e cresce costantemente il numero di mamme che fanno riferimento al centro medico di Bodo.

Progetto merende
Il Progetto merende è il primo passaggio, di quello che si rivelerà un impegno ad ampio raggio, per garantire ai bambini

un’alimentazione sana e la crescita, all’insegna del principio: Nutriamo il futuro.
A febbraio 2014 prende forma il percorso di formazione per diagnosi e cura della malnutrizione, attivato nel centro dell’Aids e nella scuola primaria della missione di Bodo. L’educazione alimentare alle mamme dei lattanti, la preparazione di farine di arachidi, soia, zucchero e miglio, ad alto contenuto energetico, la distribuzione di integratori di vitamine e ferro e di farmaci antiparassitari, sono le prime tappe di un percorso di prevenzione e cura, che mira a uscire dal dispensario per spingersi fino ai villaggi. Un anno dopo, a febbraio 2015, prende il via il progetto vero e proprio, che coinvolge poco meno di 400 alunni della scuola di Bodo. Ogni giorno l’associazione garantisce una merenda energetica, a base di riso, arachidi e zucchero e la scuola riconosce il diritto di essere nutriti.
Nel 2019 i bambini che frequentano la scuola e ricevono il pasto quotidiano sono 476.
Il costo del progetto, a carico del Giardino di Titta, è di 30 euro al giorno e con il contributo delle famiglie degli alunni è possibile coprire interamente la spesa.

Progetto contro la malnutrizione

Il progetto merende ha dimostrato che intervenire sulle carenze alimentari dei più piccoli è possibile. Da questa esperienza nasce il Progetto contro la malnutrizione, rivolto alle famiglie che frequentano il dispensario medico con lattanti sotto peso. Il Giardino di Titta finanzia la distribuzione della bouille, pappa a base di riso, farina di arachidi e zucchero. Il progetto per i bambini malnutriti diventa, in pochi mesi, uno dei punti di forza del dispensario medico del villaggio: sempre più mamme frequentano l’ambulatorio con i loro bimbi, sono in grado di riconoscere le carenze alimentari e hanno un riferimento per trovare il nutrimento necessario.

Nel 2019 i bambini valutati presso il centro di salute del villaggio di Bodo, con malnutrizione lieve, moderata o grave, sono 400 di cui 350 presi in carico.
Il costo del progetto, a carico del Giardino di Titta, è di 10 euro al mese per bambino. La cifra copre interamente la spesa, ma l’associazione, al momento, è in grado di finanziare solo in parte il progetto.

Progetto contro la malnutrizione grave

Il progetto contro la malnutrizione si sviluppa in modo naturale e inarrestabile, con un nuovo fronte rivolto ai bambini con malnutrizione grave, che non riescono a succhiare neanche la pappa fatta con la farina ipercalorica e sono ritenuti a rischio, per l’estrema carenza alimentare. Per loro, al dispensario medico, viene elaborata una “pasta” che anche i bambini più deboli riescono a succhiare e così assimilare calorie. La ricetta ipercalorica per i bimbi gravemente malnutriti di Bodo è a base di ingredienti locali e ha le stesse caratteristiche dei prodotti distribuiti dall’Unicef in alcuni paesi, proprio per l’infanzia con gravi carenze nutrizionali, più esposta alle infezioni.

Il costo del progetto, a carico del Giardino di Titta, è di 20 euro al mese per bambino. La cifra copre interamente la spesa, ma l’associazione, al momento, è in grado di finanziare solo in parte il progetto.

Sostegno ai bambini con difficoltà di alimentazione

A completamento dei progetti per una sana alimentazione, il dispensario medico di Bodo segue alcuni bambini con mamme che hanno problemi per l’allattamento o che sono senza mamma.
In questi casi vengono distribuiti il latte artificiale e il biberon. L’allattamento è interamente affidato al latte sostitutivo del latte materno.

Il costo dell’intervento, a carico del Giardino di Titta, è di 30 euro al mese per bambino. La cifra copre interamente la spesa, ma l’associazione, al momento, è in grado di finanziare solo in parte il progetto.

….. Sempre in cammino. Percorriamolo insieme, passo dopo passo, giorno dopo giorno!

 

Abbiamo già l’amicizia sul profilo Facebook? Ora seguiteci sulla nostra nuova pagina, cliccando “Mi piace” per restare in contatto.