Nichelino, 1 settembre 2011

Cari Amici,

per molti di noi le vacanze sono ormai un ricordo e il lavoro ha già ripreso il suo tempo.

Malgrado la pausa estiva le attività nel Giardino di Titta non si sono fermate: abbiamo programmato alcuni appuntamenti per l’autunno e dato il via a nuovi contatti, che potrebbero fruttare nei prossimi mesi altre occasioni per “muovere le mani” e raccogliere risorse destinate a rendere sempre più solido il progetto di sostegno al college che tutti insieme abbiamo collaborato a costruire in Ciad.
Anche a Doba i lavori sono andati avanti! Come tutti sappiamo, grazie alla lettera che suor Paola Letizia ci ha inviato in luglio, la casa per ragazze è ormai una realtà solida e concreta, con muri, servizi e ora anche arredi. La prima campanella dell’anno scolastico sta per suonare e le suore Francescane Alcantarine sono pronte ad aprire le porte di una struttura unica, in quei luoghi, che potrà cambiare il destino di tante ragazze oggi senza futuro.
Ancora una volta suor Paola, madre superiora della missione di Doba, ci scrive e trasmette gioia e riconoscenza, coinvolgendoci nei prossimi passi:

Carissima Francesca e amici tutti del Giardino di Titta,
tra pochissimi giorni, il 4 settembre le porte del nostro, veramente nostro Foyer Anuarite si apriranno alle prime ragazze che verranno a rendere viva questa casa che abbiamo costruito INSIEME!
In totale saranno 9: le 6 più piccole delle campagne, che frequenteranno la quinta elementare (che qui è la sesta), e 3 più grandi della “ville”, che frequentano la quarta e quinta liceo!
La notizia del Foyer comincia a prendere piede a Doba e molte ragazze o genitori vengono a chiedere di essere accolte da noi… Ma, per quest’anno, partiamo con il gruppetto di 9 e per l’anno prossimo, come già scritto nel regolamento, la precedenza sarà sempre per le ragazze delle campagne, i cui
genitori si stanno svegliando… E così abbiamo già la lista d’attesa!
Ringraziandovi nuovamente per la vostra collaborazione continuiamo a contare sul vostro aiuto per il sostegno del funzionamento del Foyer affinchè, tramite le varie iniziative del Giardino di Titta e con il vostro valido contributo, questa gioventù ciadiana possa avere diritto allo studio, al rispetto e alla buona educazione, che sono la base per una vita e una società bella e felice, a cui tutti aspiriamo.
Chiediamo anche l’aiuto della vostra preghiera perchè il Signore ci dia la forza di aprire le porte di casa e del cuore, soprattutto!
Con rinnovata gratitudine buon fine vacanze e buon nuovo anno sociale e lavorativo a tutti voi.
A presto
suor Paola e fraternità Alcantarina del Ciad

Certo di interpretare il desiderio di tutti voi, che avete contribuito in modo determinante alla realizzazione del college, Il Giardino di Titta ha promesso il proprio impegno per garantirne futuro e sviluppo, senza dimenticare le altre realtà della missione in Ciad, come la scuola e il dispensario medico del villaggio di Bodo, che abbiamo sostenuto in passato e non intendiamo abbandonare.

Quello che abbiamo fatto insieme fino a ora è molto più di quanto avremmo potuto immaginare quando tutto è cominciato. Sempre grazie!

A presto
Francesca Milani e Il Giardino di Titta