Nichelino, 7 ottobre 2014.

Cari amici,
negli ultimi mesi non abbiamo brillato per capacità di comunicazione, ma le attività non si sono fermate.
Tra la primavera e l’estate abbiamo confezionato bomboniere, partecipazioni di nozze e addobbi floreali, oltre a organizzare le ormai consuete cene per gli amici, che contribuiscono a sostenere le iniziative dell’associazione.
Come avevamo annunciato, abbiamo ripreso a finanziare il dispensario medico e la scuola di Bodo, fermo restando il sostentamento del Foyer Anuarité di Dobà.
Qualche giorno fa abbiamo ricevuto da suor Tiziana Zorzetto, responsabile della “fraternità” di Bodo, “l’Accusé de réception” per i soldi inviati nelle scorse settimane: 2.480 euro per i farmaci del Centre de Santé e 2.738 euro per l’Eca, ovvero L’Ècole Catholique Associée. Siamo, quindi, certi che i bonifici sono arrivati a destinazione.
Suor Paola Letizia, che a luglio dello scorso anno è rientrata a Roma e segue le missioni dalla casa generalizia, ci scrive: «Per prepararci a questo nuovo anno di attività insieme, già dal Giardino di Titta è uscito un preziosissimo contributo per il dispensario che ha reso possibile, a suor Cecilia e alla sua equipe, di
intervenire prontamente per le malattie che in questa stagione delle piogge sono più frequenti, come malaria e bronchiti, che se non vengono curate portano anche alla morte, specialmente i bambini.

Altri aiuti sono arrivati tempestivamente alla scuola primaria parrocchiale Josephine Bakita, permettendo a suor Suzanna di iniziare l’anno scolastico in “bellezza”, facendo prima del 15 settembre i lavori di ristrutturazione dei locali, che accoglieranno con dignità i 350 bambini del villaggio di Bodo e dintorni. Anche se le nostre sorelle sono
chiamate nella prima linea, sappiamo bene che è grazie a voi, e a tanti altri missionari nascosti, che tutto queste bene che vediamo realizzarsi nella missione ciadiana è possibile, perché INSIEME ci siamo ritrovati nel Giardino di Titta, che non offre i suoi frutti solo a pochi eletti, ma li condivide con molti fratelli e sorelle
sparsi nel mondo inte».

A seguire alleghiamo le richieste arrivate dal Ciad in agosto.

A presto
Francesca Milani e Il Giardino di Titta